venerdì 15 febbraio 2008

FAMIGLIA: 239 MILIONI DI EURO PER ASILI, CONSULTORI E DISABILI

Approvata ieri in Conferenza Unificata l'Intesa che garantisce quanto deciso in Finanziaria
È stata siglata ieri, in Conferenza Unificata, l'Intesa per garantire la prosecuzione delle attività previste dalla legge Finanziaria, che stanziavano per il 2008 la cifra di 239 milioni di euro per interventi a sostegno delle famiglie.
Piano straordinario per gli asili nido
Lo scorso anno, con una procedura concordata di Intese tra Stato Regioni e Province autonome, il Governo ha avviato il “Piano straordinario di intervento per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio educativi per la prima infanzia”. L'ammontare complessivo è stato pari a oltre 600 milioni di euro: ai 340 milioni di risorse statali cui si sono aggiunti 264 milioni di euro di cofinanziamento da parte delle Regioni delle Provincie autonome. In sinergia con il Piano è stato dato avvio ad una sperimentazione delle sezioni primavera, un'offerta educativa sperimentale destinata ai bambini dai due ai tre anni, alla quale il governo ha destinato 35 milioni si euro per il 2007. L'Intesa siglata ieri mette a disposizione per il 2008 ulteriori 117 milioni di euro, ai quali si aggiungeranno circa 18milioni di cofinanziamento regionale. Le risorse complessive del Piano sale così a 774 milioni di euro.
Consultori familiari, abbattimento costi dei servizi per le famiglie numerose e riqualificazione delle badanti
L'Intesa di ieri mette subito a disposizione delle Regioni e delle Provincie autonome, anche per l'anno 2008, un importo complessivo di 97 milioni di euro da destinare al proseguimento delle iniziative sperimentali, avviate nel 2007 per:- riorganizzare i consultori familiari, per potenziare la presenza sul territorio di servizi integrati e multidisciplinari in grado di sostenere la maternità, aiutare le famiglie in difficoltà e prevenire la violenza sulle donne e i bambini;- sperimentare l'abbattimento dei costi delle tariffe e dei servizi essenziali per le famiglie con numero d figli pari o superiore a quattro;- riqualificare le attività delle assistenti famigliari (le cosiddette badanti) per garantire più sicurezza alle famiglie e nuove garanzie a queste lavoratrici. Persone non autosufficienti e famiglia
Con l'Intesa di ieri si avvia anche un programma innovativo per favorire progetti la permanenza o il ritorno nella comunità familiare di persone parzialmente o totalmente non autosufficienti. La finanziaria 2008 aveva indicato questa nuova finalità per le risorse del Fondo per le politiche della famiglia. Il Ministro delle Politiche per la Famiglia con il decreto di riparto del 22 gennaio 2008 ha destinato 25 milioni a tale iniziativa.

1 commento:

Stefano ha detto...

e fondi per i nido famiglia, per aiutare i piccoli centri che non hanno i posti sufficienti per tutti i bambini...

blog.mammenellarete.it